Ville Agricole : agriturismo a vicenza
 


Agritourist       Andrea Palladio

->  home ->  prodotti tipici vicentini ->  cultura ->  informazioni ->  piantina
 
Corte Nogarola

AZIENDA AGRICOLA
CORTE NOGAROLA

Via Strada Spessa, 69
36045 Bagnolo di Lonigo (VI)
Telefono e fax 0444.832495
Cell 333.6290422

Richiedi info

 


Da “Lonigo nella storia” di E. Mazzadi
“…“Bagnolo è villa lontana da Vicenza miglia 17. Giace tutta in piano, e in terreno fertile; confina all’intorno co’ seguenti villaggi, cioè con s. Stefano di Volpino, Zinella, e Spessa ville del Colognese, e colla podesteria di Lonigo. Vi sono in questa villa circa 900 campi di terra impegnati per la semina del riso, i quali rendono l’aria poco salubre. Di acqua evvi un piccolo fiume che ha la sua origine in Brendola chiamato il Fiumicello, o anche Rio, il quale gira tre ruote per pillare il riso…” Sono parole del Maccà, scritte e stampate a Caldogno nel 1813. …”

La nostra azienda: Nella nostra azienda da anni si coltiva il riso, riprendendo una coltivazione che fu introdotta o estesa nella zona dalla famiglia nobile veneziana dei Pisani attorno alla metà del Cinquecento. Fu Giovanni Pisani nei primi anni del 1500 ad acquistare i possedimenti dei Dal Verme, che a loro volta li avevano ereditati dai Nogarola.
Andrea Palladio fu incaricato alla progettazione della Villa Pisani in Bagnolo, costruita tra il 1544 ed il 1545 sulle rovine della villa Nogarola. All’intorno di questa villa si estendevano le risaie che i Pisani coltivavano sfruttando le acque dei numerosi corsi d’acqua che scorrevano tra i campi, essendo questa una zona al momento dell’acquisto da parte di Giovanni Pisani per lo più paludosa (e successivamente bonificata dagli stessi) dovuto alle frequenti esondazioni del fiume Guà (o Fiume Novo).
Il riso veniva lavorato presso le “barchesse” della Villa (sono ancora presenti e visibili dei grandi blocchi cavi di marmo, resti della Pila azionata ad acqua) e portato a Venezia, sfruttando la prossimità al fiume Guà che permetteva di trasportare agevolmente quanto si coltivava in campagna fino alla città lagunare.

Corte Nogarola Corte Nogarola

Dopo questo accenno storico, entriamo nei particolari della nostra azienda. L’edificio centrale agricolo riporta ancora il nome “Nogarola” e si estende su una parte dei possedimenti che furono dei Pisani.
Il riso assume particolari proprietà grazie al terreno ricco ed alle acque sorgive del Brendola. Le varietà coltivate sono il Vialone Nano ed il Carnaroli, e le caratteristiche che distinguono le due varietà possono essere così sintetizzate:
Riso Superfino Carnaroli: ha un chicco grande ed allungato e in cottura rilascia solo una minima quantità di amido, che consente di preparare risotti con chicchi ben sgranati, è ideale per risi freddi e minestre.
Riso Semifino Vialone Nano: ha chicchi tondeggianti, che assorbono bene i condimenti, garantiscono una elevata resa in cottura ed è ottimale per ottenere dei risotti ben mantecati.
La coltivazione dalla semina al raccolto, il successivo essiccamento e la pilatura avvengono interamente con i mezzi e nelle strutture dell’azienda.

Corte Nogarola

Inoltre abbiamo da poco introdotto la farina di riso ideale per dolci.
In azienda si è recentemente recuperata una varietà di granoturco usata per l’uso famigliare e domestico, e da questa si ricava farina per polenta e per dolci.
Un’altra parte dell’azienda si trova sui Colli Berici in Alonte dove si coltivano vitigni Doc Colli Berici e Manzoni Bianco. Da quest’ultimo si ricava un vino che bene si presta ad essere spumantizzato ottenendo uno spumante fruttato e leggermente aromatico. Indicato come aperitivo, si esprime al meglio con antipasti e risotti.

Riso al latte

La ricetta della nonna: Riso al latte
Calcolare mezzo litro di latte intero per 100 gr di riso, un pizzico di sale.
Portare ad ebollizione il latte e versare il riso, continuare la cottura a fiamma moderata, mescolando accuratamente.
Giunti a cottura al dente spegnere il fuoco e togliere la pentola, aggiungere una noce di burro e del formaggio Grana Padano, mescolando accuratamente per una buona mantecatura ed abbassarne la temperatura.

 

Come arrivare: dall'autostrda A4 Milano Venezia, uscire a Montebello, poi prendere in direzione Lonigo e qui seguire le indicazioni per Bagnolo di Lonigo. Bagnolo è facilmente raggiungibile sia da Noventa Vicentina, che da Montagnana, Legnago e Cologna Veneta.